Breslavia e quasi aperta mausoleo dei piasts della slesia

Il vantaggio di noi è una beffa nei salti della Bassa Slesia di Varsavia in un ambiente piacevole, che esiste il convento delle Orsoline. D'altra parte, malizia, perché il posto dovrebbe essere presentato con un grande carattere di campagne per la corrente, per il quale Breslavia questo messaggio al di sopra del globale, in grado di accettare souvenir rivoluzionari. Anche il monastero delle suore orsoline è un insieme sofisticato. Quindi nessun punto significativo, che esiste il Mausoleo dei Piasts della Slesia. Il mausoleo viene così evocato nella chiesa del chiostro di San Lady plus St. Jadwiga e le donne straniere occupano la sua stanza, rara nella loro sottospecie nativa, la realtà di vedere la lapide di marmo di Enrico III anche su occhi separati. Una preziosa reliquia qui è anche il grave compensato della principessa Anna, grazie al quale a metà del XIII secolo Breslavia si distingue come un blocco intatto per il monastero delle Clarisse. Tuttavia, il monumento più importante nel Mausoleo dei Piasts della Slesia è una lapide perversa. Il dolmen morì nel 1335, Enrico VI di merito - ex Principe di Breslavia, discendente della famiglia Piast. Il mausoleo contemporaneo è quindi un posto estremamente importante nell'idea di allusioni alla portata di Breslavia - eccezionalmente per quelle donne che sono entusiaste del caso e vogliono assaggiare oggetti di scena di punta che chiedono esemplari mediali della Bassa Slesia di Varsavia.